Alloro

Laurus nobilis è una pianta sempre verde, si presenta solitamente come arbusto ma è un vero e proprio albero alto fino a 10 m, le foglie di Laurus nobilis sono di un verdognolo caratteristico mentre i frutti sono delle bacche dal colore nerastro.
Diffuso lungo le zone costiere settentrionali del Mediterraneo, dalla Grecia fino all’Asia Minore In Italia è spontanea nelle zone centro-meridionali e lungo le coste, mentre nelle regioni settentrionali è coltivato.
La moltiplicazione della pianta può avvenire per seme, per moltiplicazione dei polloni oppure per talea.
L’ utilizzo delle foglie d’alloro può ricoprire i campi più svariati: nell’ambito culinario per aromatizzare le pietanze, per preparare decotti dalle qualità digestive ma non solo, infatti se trattato con alcool possiamo ricavarne proprietà antisettiche inoltre utile contro tosse e bronchite.  Sin dall’antichità veniva utilizzato per preservare libri e pergamene e per costruire le classiche corncine dall’oro.
COLTIVAZIONE
L’alloro è una pianta rustica, cresce bene in tutti i terreni e può essere coltivato in qualsiasi tipo di orto;  sopporta anche temperature rigide sotto lo zero (fino a -10), ma solo per brevi periodi. Il suo clima ideale è quello mediterraneo anche in riva al mare, potendo resistere senza problemi alla salsedine. Preferisce i terreni fertili e senza ristagni e può essere coltivato con facilità anche in vaso.
Generalmente le piante adulte in piena terra resistono bene alla siccità estiva, mentre gli esemplari giovani e in vaso necessitano di annaffiature permettendo al terreno di asciugarsi tra un intervento e l’altro è necessario inoltre concimare in primavera e autunno con prodotti a lenta cessione.
Le piante lasciate crescere senza potature assumono forme erette ma un po’ disordinate; se invece si desidera mantenere una forma regolare e geometrica è meglio intervenire con la potatura sia a fine inverno e luglio-agosto.
Coltiviamo questa specie sia ad alberetto che a cespuglio in contenitori da 1lt con un altezza di 20cm fino ad arrivare al 160 lt con piante che superano i 4m.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi